L’imprenditore

Amministratore Delegato di Aizoon IT Knowledge SpA. Associato Réseau Entreprendere Piemonte dal 2010 e membro del Consiglio Direttivo REP.

L’azienda

Aizoon è una società di consulenza tecnologica di innovazione, indipendente, che opera a livello globale. Il nuovo contesto digitale comporta nuove visioni, nuove tecnologie e nuovi modelli organizzativi. L’innovazione si realizza attraverso un processo di co-creazione con le istituzioni, i cittadini, le organizzazioni pubbliche e private​​. Applicare diffusamente l’approccio scientifico e quantitativo, per una società più responsabile e sostenibile è ciò che la società sogna per il suo futuro.

Testimonianza

 

  • Perché ha deciso di aderire a REP?

Per lo spirito che lo guida ed in particolare per poter offrire le proprie esperienze a giovani intraprenditori in ottica di reciprocità.

  • Perché ha accettato di accompagnare Simone Russo, CEO di Immodrone Srl?

Trovo il suo progetto imprenditoriale molto sfidante e “di nuova generazione”. Inoltre Simone è un entusiasta con molta ambizione e ha alta considerazione sulle sue capacità. Penso ci sia da “lavorare” anche su questi aspetti perché nel business servono anche altre caratteristiche “molto terrene”.

  • Cosa significa essere mentore di una start-up?

Significa seguire il processo di avanzamento della start-up e di portare l’imprenditore a riflettere sui rischi che trova dietro la porta. Senza sostituirsi, tenendo la distanza e una sorta di oggettività di opinione.

  •  Come avete strutturato il vostro percorso di accompagnamento?

Ci vediamo una volta al mese per fare il punto e verificare che gli eventi intervenuti nel mese siano coerenti con il progetto d’ impresa. Sempre nella riunione esaminiamo qualche punto critico entrando in profondità e individuando le possibili soluzioni.

  • Recap dei progressi mensili e confronto su tematiche legate alla gestione dell’impresa.

Abbiamo focalizzato l’incontro sul tema della gestione dei collaboratori, assunzione degli incarichi, motivazione e leadership ma anche formalismi nell’assegnazione dei ruoli e del controllo.

  •  Tra tre anni a che punto immagina Simone Russo?

Se riusciamo a farlo focalizzare su pochi argomenti credo che la sua energia e capacità abbinate ad una sorta di incoscienza tipica dei giovani, possa portarlo ad avere una bella impresa di nuova generazione e che il servizio che ha messo in piedi possa essere internazionalizzato almeno in Europa.

 

A questo link scoprite l’intervista di Simone!

Notizie sulla rete